PROTESI FISSE e MOBILI

protesi dentarie fisse e mobili

Nei presidi ADC NEW ci occupiamo di qualunque genere di protesi fissa o mobile, sia che nel caso si tratti della perdita di un singolo dente, sia di molti, sia di un’intera arcata.

Perdita di un singolo dente


Il primo danno derivante dalla perdita di un dente è di carattere estetico, ma da non trascurare è l’immediato impatto funzionale sulla masticazione: l’ apparato masticatorio non lavora più in condizioni ottimali e pertanto si ha uno squilibrio generale che porta a spostamenti e malfunzionamenti dei denti rimanenti. In questi casi si consiglia una soluzione protesica fissa per consentire al paziente di porre rimedio alla perdita del dente senza intaccare i denti adiacenti.

Esistono anche delle alternative, delle quali valutarne attentamente pregi e difetti: per esempio una protesi mobile ha un costo molto più ridotto, a scapito però del confort generale e dell’efficienza masticatoria che può apportare. Un’altra tecnica ancora molto utilizzata è rappresentata dal ponte fisso, che comporta però lo svantaggio del rimpicciolimento (mediante frese) dei denti adiacenti che verranno utilizzati come “ancore”.

Perdita di molti denti

La perdita di più denti in un’arcata può tranquillamente essere risolta mediante protesi fisse. Per molto tempo le metodiche convenzionali hanno impiegato protesi mobili, ma attualmente è possibile ricostruire un’intera arcata mantenendo un buon rapporto qualità/prezzo, con soli quattro impianti.

Anche in questo caso si può ricorrere ad un ponte fisso, ma bisogna valutare la presenza di elementi dentali ai quali ancorarsi, pregi e difetti sono gli stessi affrontati nel capitolo precedente. Esistono anche delle sorte di protesi mobili, ancorate ai denti, chiamate scheletrati: sono delle ottime soluzioni temporanee, veloci da realizzare e dal costo abbastanza contenuto, tuttavia i denti ai quali lo scheletrato viene ancorato subiscono un aumento del carico. Da considerarsi inoltre l’ingombro di una protesi mobile e la riduzione dell’efficienza masticatoria.

Perdita di tutti i denti di un’arcata

Quando si perdono tutti i denti di un’arcata la soluzione più diffusa è la protesi mobile totale: l’aspetto positivo di questa tecnica è l’economicità di un prodotto che offre comunque la possibilità di masticare e sorridere.

Tuttavia la tolleranza dei pazienti per questa soluzione non è sempre adeguata, soprattutto a causa della scarsa stabilità oltre al fatto che essa trasmette l’intero carico masticatorio alle gengive e all’osso sottostante causandone così un lento riassorbimento e quindi un successivo peggioramento della stabilità.

 

Inoltre il riassorbimento dell’osso comporta complicazioni in caso di impianti futuri.

Protesi removibili e efisse: la soluzione ai vostri problemi

Per ovviare a queste problematiche si può ricorrere agli impianti sia come ancoraggio per le protesi rimovibili, sia come supporto per le protesi fisse. Analizziamo le due situazioni:

 

  • Protesi rimovibile : Il principale vantaggio di questa tipologia di protesi mobile è la stabilità, grazie al fatto che si collegano gli impianti ad una sorta di barra di ancoraggio, mentre all’interno della protesi viene predisposto un incastro metallico. La protesi dispone quindi di un aggancio stabile e robusto, donando anche maggiore comfort e sicurezza al paziente. La protesi è di facile rimozione per le quotidiane operazioni di pulizia da parte del paziente

 

  • Protesi fissa : Mediante il posizionamento di 4/5 impianti il dentista provvede ad avvitare sugli stessi una protesi fissa. Il comfort è ancora superiore rispetto alla soluzione precedente, la limitazione può essere rappresentata dal riassorbimento dell’osso, motivo per il quale sconsigliamo ai paziente di attendere a lungo prima di effettuare gli impianti. Rispetto alle soluzioni mobili presenta ovviamente un costo maggiore.
Share by: