I consigli e le cure per combattere il bruxismo

Da ADC NEW è possibile richiedere byte e corone dentarie

cure per il bruxismo

Presso il presidio ortodontico di ADC NEW di Varese potrete sottoporvi a trattamenti specifici per la cura del bruxismo, ovvero l’involontaria tendenza a digrignare e/o serrare i denti senza che ci si renda conto di farlo e che si manifesta prevalentemente durante il sonno. Il fenomeno del bruxismo è sempre più diffuso e comporta conseguenze anche piuttosto serie, sia a carico dell’apparato dentario che di quello muscolo-scheletrico.

Non è raro infatti che chi soffra di bruxismo si svegli con la muscolatura del collo e/o del viso indolenziti, a causa dell’attività che i suddetti muscoli hanno effettuato inconsapevolmente durante il sonno. Possono verificarsi anche dei casi nei quali il paziente riscontra difficoltà ad aprire completamente la propria bocca: trattandosi di un trauma ad azione prolungata esso richiede un intervento professionale e tempestivo affinché non possa arrecare danno all’articolazione temporo-mandibolare. Lo sfregamento continuo delle due arcate dentarie può portare un logoramento tale dello smalto da generare una sensibilizzazione eccessiva al caldo e freddo o addirittura una o più fratture. Non si conosce una vera e propria causa del bruxismo, però sono stati delineati alcuni fattori che concorrono alla sua manifestazione, tra i quali i più diffusi sono i precontatti e lo stress.

Gli specialisti di ADC NEW possono agire in due modi, con la prevenzione e con la cura. In particolare è possibile intervenire con byte e corone dentarie:

  • byte: è un morso da indossare la notte, personalizzato in base al rilievo delle arcate dentarie del paziente. Oltre ad impedire il digrignamento e lo strofinamento dei denti, contribuisce al corretto allineamento delle due arcate dentarie. Può essere realizzato in materiali più o meno duri.
  • corone dentarie: nei casi più gravi, al fine di salvare il dente bisogna applicare una corona. Nel caso in cui il bruxismo non cessa si sconsigliano gli impianti endossei. In alcuni casi l’uso di antidepressivi, sotto stretto controllo medico, hanno portato a dei benefici: sfortunatamente non esiste una vera e propria terapia farmacologica risolutiva per sconfiggere il bruxismo. Ecco perché è consigliato di parlarne quanto prima con il vostro medico per poter intervenire al più presto.
Share by: